166, 138, 42 e 17: Jorginho dà i numeri. E sono numeri da campione di livello mondiale

Un possesso palla quasi totale: è quello che ha sciorinato il Napoli nella partita del Barbera. Gli azzurri, al cospetto del Palermo, hanno completato la bellezza di 781 passaggi. I palloni giocati nell’area rosanero ammontano a 71, per un totale di 18 tiri con ben 8 occasioni da rete create. In due parole: dominio totale. A dispetto dell’1-0 finale, che sembra un risultato alquanto striminzito rispetto alla mole di gioco espressa.

E POI C’É LUI – Jorge Luiz Frello, in arte Jorginho e che ora può essere tranquillamente chiamato il pilota. É stato lui il protagonista assoluto della partita di domenica sera. Pensate un po’: ha giocato la bellezza di 166 palloni, con 138 passaggi riusciti e 42 giocate utili. Fine cucitore del gioco e diga davanti alla difesa con ben 17 palloni recuperati. Insomma, un giocatore completamente diverso rispetto a quello che per un anno e mezzo ha fatto fatica nel centrocampo a due di Benitez. L’aspetto tattico certo, ma anche quello psicologico. Perché se è palese la crescita tecnico-tattica del giocatore, grazie ad un insegnante di calcio come Sarri, quello che più meraviglia è la trasformazione dal punto di vista psicologico, che è poi una diretta conseguenza della prima: Jorginho ora ha acquisito quella consapevolezza, che prima gli mancava, di essere un grande centrocampista. Un mediano universale, che per caratteristiche potrebbe giocare – e ben figurare – in qualsiasi squadra del pianeta.

ORA LA NAZIONALE – Già, ma quale? Brasile o Italia? Il giocatore in passato ha fatto sapere di gradire l’azzurro, essendo venuto nel nostro Paese quando era molto giovane, ed essendo cresciuto come uomo e come calciatore proprio qui. E allora Conte farà bene a farsi due calcoli, perché non chiamare uno come Jorginho avrebbe avuto senso al cospetto del miglior Pirlo; ma con l’ex Juve ormai a New York, e con Verratti attualmente infortunato, non convocare il centrocampista italo-brasiliano del Napoli sarebbe davvero un delitto.

 

 

 

Condividi:

Altri Post

Global Business — How to Think Globally

In today’s progressively more globalized world, it’s necessary for businesses to think around the globe. Global business helps businesses evaluate prospects, mitigate risk, and develop

How to Increase Added Value

In business, you will discover two ways to increase added value: innovating something new or perhaps lowering the cost of something previously available. For example

Scrivici